lunedì, dicembre 25, 2006

Auguri

Auguri da Mario e famiglia ( o per lo meno una rappresentanza di essa). Tentativi scartati qui e qui. Godetevi le feste colla famiglia, io cercherò di fare altrettanto, e poi ci risentiamo di nuovo belli carichi, su su.

Continua a leggere...

mercoledì, novembre 29, 2006

AHAHAhaahaAHAHahah

Una risata isterica, detto fra noi. Un urlo di dolore, anche. L'ho pensato leggendo la notizia per cui il tribunale di Roma ha bloccato Vodafone per concorrenza sleale. Per la trasparenza delle tariffe (!), Telecom non è obbligata (!!) a garantire l'apertura della sua rete (!!!).
Ma il caso trasparenza non è mica l'unico che ho letto in questi giorni, ce ne sono stati veramente di favolosi. Andiamo con ordine (non è vero, ma si dice sempre così): Panorama fa un articolo ricco di pura disinformazione su Rule of Rose un giochino tipo survival horror su playstation 2, come le api sul miele ovviamente ci si buttano tutti, seguono incredibili rivelazioni come la scoperta che qualsiasi moccioso può scaricarsi questi giochi proibiti da internet in men che non si dica, e eminenti figure politiche di questo paese parlano di "..." <- (devo cercarmi la citazione, pazientate, prima o poi editerò). Meno male che arriva la UE a bacchettarli, grazie al cielo a qualcuno il cervello non è ancora andato in pappa, le norme già ci sono, basta rispettarle e non rompessero i maroni.
Ancora: il direttore di Diario pubblica un dvd contenente un film-inchiesta su presunti brogli elettorali, un paio di giorni ed è il caos. Sarà vero? non sarà vero? la teoria è pura fantasia gli italiani ci sono cascati co tutte le scarpe? il tribunale ha intanto deciso che le schede (bianche, credo) non si riconteranno... ma, dico io, bastava darne un centinaio a testa alle migliaia di napoletani impiegati nelle cooperative che lavorano nella nettezza urbana e che prendono fior di quattrini per non fare nulla, un paio di giorni e tutti i dubbi erano fugati. E invece no, niente schede ricontate, e Deaglio indagato, tiè.
Inoltre: il ministro della pubblica istruzione (pubblica istruzione, gulp!) sogna un'internet filtrata, arrivando ad azzardare paragoni arditissimi, toccando vette di un'infelicità catastrofica, i fatti sono così raccapriccianti che si commentano da soli. STOP.
Last but not least, finalmente un'interpellanza seria e doverosa: grazie alla CdL per averci ricordato quanto sia importante boicottare multinazionali come l'Ikea, Oviesse, Standa (tanto il capo l'ha venduta) e Rinascente. E' necessario arginare questa "eutanasia culturale del paese" che è da troppo tempo in atto! Grazie. Firmate nei commenti per adesione. ok?

Intanto auguri a mia sorella, che compie ben 16 anni. Tralaltro il fare gli auguri a mia sorella mi ricorda che anche questo blog (o meglio, la mia attività di blogger) ha più di un anno, auguri anche a me. Cara Giovanna, ti auguro che nel nostro paese non ci sarà più bisogno di certe realtà che fanno accapponare la pelle. Tanti buoni festeggiamenti.

Continua a leggere...

domenica, novembre 26, 2006

Aspettando Kill Bill vol.2

'Quando Chuck Norris lo aspetta, Godot arriva' dicono i Chuck Norris facts, quanto dovrò aspettare io per vedere Kill Bill vol.2 su Rete4? In effetti la guida tv dichiara placidamente 23:40, certo che chiamarla seconda serata è decisamente una presa per il culo, beh, intanto posso decidarmi un po' a blogger e guardare l'horrorone (the call?) che danno su MTV.
Il tema della giornata è: è difficile resistere e non fare l'albero quando intorno a te tutto è già pieno di maledette decorazioni. Ma l'albero si fa l'8, perdindirindina! Intanto ho comprato una nuova palla per l'alberello a casa dai miei, e alcune piccole (e nere) per l'alberello qui a Perugia. E se lo facessi anche in ufficio? Sento nascere e crescere uno spirito perverso dentro di me.
Ah, che non lo guardate Kill Bill vol.2??! Maledetti.

Ah, in sala giochi finalmente han portato qualcosa di bello e consono, Pump it up! (link a me mentre faccio due salti). Ma non è tutto, ho ripreso anche due mie amiche (Maria e Shuang) mentre provano a imitare Algorithm Taiso, che poi sarebbe questa roba qui. Spero vivamente che nessuno mi quereli, di questi tempi che corrono poi tra google video e youtube proprio non si può stare tranquilli.
Capita la lezione? Rispetto delle tradizioni e fate l'albero l'8. Merry Christmas.

Continua a leggere...

mercoledì, novembre 22, 2006

Make your own kind of music

Ah, me tapino. Avevo scritto anche una lista di argomenti, quattro o cinque non di più, per fare in modo che il mio blog non patisse pause troppo lunghe, e rieccomi qui dopo l'ennesimo lungo intervallo a scrivere del più e del meno e del tempo che fa. Se c'è una cosa che mi contraddistingue è anche una considerevolmente distorta percezione del tempo.
Ripesco per una buona causa uno degli argomenti che avevo inserito nella copiosa lista: il mio iPod. Non era un argomento scelto a caso ma c'era un preciso fine dietro tutto ciò, parlare attraverso di esso della scandalosa pigrizia che mi affligge. E già parlando di pigrizia che mi affligge piuttosto che di essere pigro è indizio di quanto patologica possa essere la situazione.
Orbene i fatti sono questi e risalgono alla fine di luglio 2006, mentre ero in ufficio e armeggiavo con il mio ormai corpulento lettore mp3 improvvisamente si pianta e decide di non riconoscere più gli mp3 che aveva all'interno benchè gli stessi e gli altri dati che avevo dentro fossero ancora visibili esplorandone l'hard disk. In seguito, provando ad inserirlo, iTunes mi comunicò che sarebbe stato il caso di ripristinarlo.
Il punto qual è? E' che sono passati quattro mesi e probabilmente ne sarebbero passati ancora altri invano prima che mi decidessi a fare questo maledetto ripristino (che includeva installare anche il nuovo iTunes, decisamente troppo per le mie facoltà) se non si fosse verificato quanto segue.
E' uscito l'album di Damien Rice - 9. E su Damien si potrebbero spendere tante parole, anche farci un blog monografico a parte, quindi prendetelo e non fate tante storie. Ma per farmi adoperare neanche questo bastava: il caso ha voluto che quest'album e la memory stick del mio cellulare discutessero animatamente senza giungere ad un accordo soddisfacente.
Per ascoltare Damien l'iPod si ripristina, mi son detto.
Ripristinato l'iPod qualcos'altro dovremo pur metterci, ho inoltre pensato.
Quindi questo è ciò che ho infilato in due cartelle, comodamente chiamate Damien e Non Damien.
Damien contiene: Damien Rice - O & Damien Rice - 9.
Non Damien contiente: Yuki - Joy ( guardatevi il video, mi raccomando); Justin Timberlake - FutureSex/LoveSound; Sagi Rei - Emotional song; le colonne sonore di Guitar Hero I & II; Dresden Dolls - Yes Virginia, Minna Daisuki Katamari Damacy O.S.T. e alcuni mp3 slegati tra cui Make your own kind of music che gentilmente si presta anche come titolo di questo post ( nonchè come colonna sonora del giorno del mio compleanno, l'avrò ascoltata 30 volte quel giorno!).
Beh, c'è poco da fare, la musica ascoltata tramite l'iPod ha sempre qualcosa di diverso, di più vivido, di più emozionale. Mi è costato un po' di soldini ( e dopo un anno è uscito quello video, che costava uguale, sic) ma è una spesa che benedico, questa e i 30 € sborsati per comprare un cuscino nuovo, già.
Note: 1) Questa stagione di Report si conclude dopo una serie di puntate l'una più bella dell'altra. A presto Milena! 2) Amo follemente la mia nuova (e finalmente arrivata) tavoletta, spero di inondare questo blog di disegni 3) Possibile che non riesca a trovare dei nuovo cappuccetti per gli auricolari? li perdo ad una velocità fantasmagorica, anzi, quelli che erano usciti dal cellualare e volevo usarli per l'iPod neanche lì trovo più. sic.

Continua a leggere...

giovedì, ottobre 26, 2006

Lo stile di vita Darfur

La televisione che non ti aspetti, o che ti aspetteresti, in questa inchiesta di Report, andata in onda domenica 22 ottobre e da me non vista in quanto prima intento a guardare le puntate della terza stagione di desperate housewives e di lost, in ogni caso c'è proprio di comodo che andando sul sito della trasmissione posso tranquillamente leggermi tutta la trascrizione della puntata mentre sono in ufficio, potendo quindi anche segnalarvi quest'ulteriore servizio, davvero pregevole ed interessante. E di qui mi chiedo: perchè dopo questi servizi di straordinaria fattura ( o per lo meno 6-700 spanne sopra il resto) non c'è un'eco che possa davvero dirsi tale? La notizia della settimana in Italia è scoprire chi ha dato della gnocca senza testa a Rula Jebreal! Ho i brividi... (appunto di brividi, neanche mi spreco a commentare quanto l'Italia nella morsa del gelo sia un argomento sempre di scottante attualità)
Mmmh... novità generali:
- l'acquisto dell'oggetto su ebay si è rivelato ovviamente un dramma, le ultime nuove dal fronte dicono che forse me lo spediscono.
- sto completando le iscrizioni per il Master Universitario, aggiornamenti a breve
- in caso non ci risentissimo, domani è il mio compleanno, non fate i meschini e fatemi gli auguri
- la migrazione verso la beta di blogger è in corso anche per il vecchio blog, quindi questo blog ritornerà asap al vecchio indirizzo.

Continua a leggere...

lunedì, ottobre 23, 2006

Il cinese che non ti aspetti

Sarà il caso di aprire una nuova sezione, finora troppo trascurata ma che qualcuno potrà trovare interessante ( più della mia barbosa vita da co.co.pro., immagino): quella sulla Cina e sullo studio della lingua cinese, certo non ho tutte le referenze per imbastire un vero e proprio corso, ma qualche piccolezza posso tirarla fuori anche io, dico. Sto pensando di chiamarla MAio xuexi Hanyu, vedremo. O magari, alziamo ancora di più il tiro e scriviamo MAio xuexi Zhongguo.

La parola che ho imparato ieri è Erguang -> per i cinesi ( se non visualizzate le scritte cinesi fatti vostri, qui c'è gente che studia! Cmq per quelli con poca fantasia vi dico che se cliccate su Er e su Guang vi appaiono i caratteri in versione animata) che sta per la parola schiaffo.
La cosa che trovo suggestiva è che, vocabolario online alla "mano", ěr sta per orecchio e guāng per luce! Pare che la spiegazione che non può mancare stia nel fatto che guāng possa assumere anche il significato di privazione. In pratica con un ceffone non ti faccio più sentire!
Geniale...

Per la prima volta ho comprato un oggetto tramite ebay ( questa cosa qua)! Non sto nella pelle... speriamo che arrivi!
Tag: ,

Continua a leggere...

venerdì, ottobre 20, 2006

Ma il diavolo veste Prada?

Si vede che ha i soldi questo diavolo, ne avesse ancora di più magari vestirebbe Dsquared o RaRe.
Si dice che di buone intenzioni sia lastricata la strada per l'inferno e come mai si potrà smentire una siffatta indiscussa verità? Si parte colle migliori intenzioni e si finisce chissà dove, gli esempi si sprecano, tra i propositi di pulire casa più spesso, scrivere un blog quotidianamente... dato che l'ultimo post qui è datato 3 ottobre, sappiamo tutti com'è andata a finire.
A lavoro ho raggiunto con fierezza un nuovo stadio dell'evoluzione, dal momento di crisi angosciosa, quello in cui non trovavo nulla da fare a quello in cui qualcosa da fare ce l'avevo ma era la voglia stavolta ad essere latitante. Sto passando dei momenti non proprio aulici, mi sento stressato e preoccupato... ma ieri dopo la visione de Il diavolo veste Prada ho avuto l'illuminazione: ma chi prendo in giro? E già, dovrei averci fatto il callo, anzi, altrochè nei periodi prima della tesi quelli si che erano cavoli amari! Forse dovrei lamentarmi di meno, eppure, quando penso al futuro non posso farne a meno...
Ci sono altre cose che mi sono appuntato e che scriverei volentieri... ma so già che poi mi dilungherei e finirei col salvare infinite bozze di questo post che non vedrebbe mai la luce in tempo utile.
Quindi per oggi, saluti.
P.S. Ah, una notizia dell'ultim'ora ce l'ho ( si fa per dire)
sono iniziate le rispettive terze stagioni di lost e desperate housewives... gioisci mondo!

Continua a leggere...

martedì, ottobre 03, 2006

Il profumo dell'autunno

Già, una nuova stagione è alle porte. Non me ne sono accorto guardando il tempo, nè i colori della città, nè tantomeno la vituperata finanziaria, ma semplicemente guardando ciò che fa il bello è il cattivo tempo da queste parti: la televisione.
I prodromi sono arrivati con che tempo che fa by Fabio Fazio, domenica scorsa, una puntata da manuale ( a parte la Lagerback che aveva qualcosa nei capelli che non mi tornava) chiacchiere serene, tranquille, originali, spiritose. Un tepore che annuncia l'autunno, me lo immagino guardato sotto un plaid, con Fazio che esibisce il suo sorriso educato e chiede con maestria se può fare una domanda importuna. Ah, quanto mi era mancato.
Arriveranno poi martedì Markette ( ah, sommo giubilo!) poi Le invasioni barbariche venerdì, queste tra quelle che piacciono a me poi, per chi ha gusti più bassi, ricominciano anche le Iene, Striscia la Notizia (sic), e adesso mentre scrivo questo post, c'è Mai dire Reality.
Son proprio contento di quest'autunno, devo dire la verità, l'atmosfera si fa seria, a posto della saga delle notizie stravaganti si fa largo una gran quantità di argomenti che invado l'agenda pubblica ( l'eutanasia... la finanziaria... gli affidi dei bambini bielorussi... ) e purtroppo nei tg anche una sequela di servizi/marchette alle fiction/reality della propria rete, che non solo è un colpo basso, ma una vera offesa all'intelligenza, secondo me, il giorno in cui lo farà anche il TG di LA7 mediterò di farla finita.
Si è coclusa l'anime week, c'ho quasi un luccicone, un esperimento che non ha avuto il tempo di viziarmi ( più video jappi! più video jappi!) ma quello di deliziarmi certo si, tra manie manie, spriggan, gli episodi di beck, il film di alexander e tante perle altre che mi son perso. Ma ascoltate ascoltate Italia 1 non è da meno e per la gioia di tutti gli anime fan cosa fa? trasmette il film di Cowboy BeBop e Tokyo Godfathers ( no no, avete letto bene ho scritto proprio Tokyo Godfathers lo stupendo film di Satoshi Kon, 7.6/10 on imdb ). Quando? ma ovviamente alle 2:20 e alle 4:05 di Sabato 7 Ottobre. Quindi dopo una penosa distribuzione cinematografica questi poveri due film beneficeranno anche di una penosa distribuzione televisiva! gioisci popolo italiaco!
L'unica spiegazione che son riuscito a darmi è che se la gente lo guardasse noterebbe la differenza con le robette che passano di solito. Buonanotte a tutti.

Continua a leggere...

giovedì, settembre 28, 2006

Curse of the golden flower

Man cheng jin dai huang jin jia. Dovrebbe pressappoco significare "Riempire la città di armature dorate". All'estero arriva coll'evocativo (?) titolo Curse of the golden flower, io ho visto il trailer a quest'indirizzo qua. Visto il trailer di conseguenza arriva il post, parrebbe che questo sia il terzo film della trilogia dei Wuxia di Zhang Yimou dopo Hero ( Ying Xiong - 8.1/10 ) e The house of flying daggers ( Shi mian mai fu - 7.6/10 ), dal primo imperatore Qin di Hero, il contesto storico sembra essere vicino a quello dei pugnali volanti, collocato quindi durante il regno della dinastia Tang. Dopo qualche anteprima in questi giorni il film arriverà nelle sale ( cinesi e americane) nel periodo di Natale, speriamo bene anche da noi. Ciò che appare evidente dalle prime immagini è quanto anche con questo film l'aspetto cromatico abbia primaria importanza puntando stavolta sull'oro per ambientazioni, scenografie e costumi dei personaggi. Io sto già salivando... uno dei film che attendo di più assieme a Paprika.
Tralaltro non molto tempo fa ho anche ripescato il film Lanterne rosse e devo dire che l'ho trovato semplicemente ammaliante.

Puff, quanti link, per oggi chiudo qui... e mi raccomando godetevi l'MTV anime week, almeno finchè dura!

Continua a leggere...

Comunicazione di servizio

Questo blog si è (dovrebbe essersi?) temporaneamente trasferito a questo indirizzo... per testare un pochino la beta di blogger. Raggiungetemi lì e ne riparliamo. CiauZ.
anzi lo scrivo pure per esteso, che mi faccio più pubblicità... http://parlato.blogspot.com
Saluti da MAio

Continua a leggere...

martedì, settembre 12, 2006

Yuppie Mephistopheles

Certi orari e certi giorni non sarebbero proprio adatti per iniziare opere di tale fattura, ma si sa, secondo il detto domani è decisamente peggio di oggi, ah, ma che dico? mezzanotte è passata... ormai sono fottuto, gli auspici son belli che contro di me, mannaggia.
Ma la tentazione di provare la beta è tanta... e Google inoltre mi garantisce la fusione prossima ventura dei due account, quindi ben venga.

Ci sono cose che avrei voluto scrivere, ma è tardi, quindi le appunto solamente e poi magari ne riparliamo: La notte bianca a Roma, la Madonna che è incinta ma senza coito, Thank you for smoking e Disgaea 2. Buonanotte a tutti.

Continua a leggere...

martedì, agosto 22, 2006

Il burocrate che covo di nascosto dentro me

Un blog è certamente un'arma a doppio taglio, leggendo quelli altrui uno s'immagina che si accende il pc, ci si connette alla rete e si scrivono le prime cose che passano in testa aspettando che più o meno folte schiere condividano e approvino quello che uno scrive. Ma non credo sia così, almeno per ciò che ho sperimentato sulla mia pelle, per un paio di ragioni: innanzitutto credo che ciò che va scritto vada preparato, anche solo con qualche misero appunto e poi mettersi a scrivere volendo dire per forza qualcosa, o volendo dire per forza tutto è davvero deletereo.
Capita scrivendo profili su profili di dover lasciare descrizioni piuttosto concise, in poche righe devi lasciare un'immagine di te stesso, e capita sempre che per voler dire per forza qualcosa si scrivono un mucchio di stronzate e/o banalità.
Il perchè di questo cappello introduttivo è presto detto: mi è capitato di ricordare una cosa che mi piace molto e che forse io stesso avevo dimenticato, o meglio, me lo ricordo in maniera piuttosto intermittente, in determinate occasioni. Quindi alla fine piuttosto che tante ovvietà nei profili di Orkut, MSN o che so io... avrei potuto scrivere che mi piace la cancelleria.
L'occasione stavolta è stata particolarmente significativa, o forse particolarmente banale: ero in ufficio a girare per le stanza censendo quante stampanti ci sono e quali cartucce utilizzano, viste le stampati toccava vedere quante cartucce c'erano ancora in giro e guardo nell'armadio dell'archivio... e TA-DAAAN apro l'anta e spunta fuori il paradiso dell'ufficio: post-it colorati, cartelline, fogli intestati, scatole su scatole di penne bic, pennarelli indelebili, correttori, un fremito mi pervade il corpo, un urletto da verginella sorpresa varca la mia gola e si fa strada con forza. Ah! E via la fantasia correva in dimensioni parallele dove avrei potuto liberamente rovesciare tutto per terra in quell'angusto stanzino e sguazzarci dentro felice come un bucaniere che ha trovato fior di dobloni.
Forse sono fatto per il lavoro d'ufficio anche per questo, ho pensato alla fermata dell'autobus.

Oggi un post monotematico, e meno male, tag: , ,
Immagine trafugata qui

Continua a leggere...

domenica, agosto 20, 2006

Una tv migliore è impossibile

Il desiderio mi colpì come una mazza (...) all'epoca non sapevo come gestire i miei sentimenti, erano come i regali che dovevo aprire in pubblico.
Oggi siamo citazionisti, stavolta tocca a Mysterious Skin ( 8.0/10), non sono riuscito a rimediare Waking Life per guardarmene il finale ( mannaggia a me e i film a puntate) quindi ho messo in atto cambiamento di genere ed ho guardato questo qui, che è un bel filmetto ( un po' fortino, ocho... eh) ed è decisamente il lato positivo dei film a puntate.
Il fine settimana è stato un po' logorante, in tre giorni non sono riuscito a mettere piede fuori casa, il telefono voip non funziona e non so come chiamare casa, ho passato molto del tempo a giocare a Fire Emblem: Path of Radiance, (vi ho mai detto quanto ami i giochi per il gamecube?) c'è da dire che a occhio e croce Fire Emblem: the Sacred Stones per GBA m'era piaciuto molto di più, certo di Path of Radiance le sequenze video spaccano, peccato siano molto poche... e comunque la storia sta ingranando, quindi mai dire mai...
C'è una cosa che mi piace molto guardare, sebbene abbia delle ripercussione non proprio salutari sulla mia persona, è blob quando trasmette le immagini dell'Italia degli anni '60/'70 o giù di lì, sono filmati così appassionanti: il bianco e nero, le immagini dell'intervallo Rai con le cartoline delle città d'Italia, ma soprattutto lo sguardo della gente, il loro modo di porsi in tv... così educato, così imbarazzato, minimalista, a guardare quelle trasmissioni questo qui sembra un mondo anni luce e riescono a rendere nostalgico me che non sopravviverei due minuti senza la banda larga, senza le valanghe di manga e il mediaworld. Non è bello generalizzare, ma la tv di oggi fa schifo, ormai non vi è dubbio alcuno. Ciò che è bello e interessante viene accantonato, film del calibro di ( un'attimo che pesco la guida tv) Amore Estremo in prima serata (2.3/10, al 31° posto tra i CENTO film più brutti), film come Confessioni di una mente pericolosa (7.1/10), La ragazza con l'orecchino di perla ( 7.2/10), Il figlio (7.3/10) non si vedono in tv prima delle undici, ci si potrebbe fare una bella ricerchina in merito. Eppure ricordo così nitidamente la sensazione di velata tristezza quando Rete4 ha trasmesso Magnolia e Kill Bill vol.1 in seconda/terza serata, passati di sfuggita, quasi con vergogna.
Ah, Italia1 ha annunciato che Naruto arriva in TV a Settembre, per caso l'avevo già scritto?

tagZ: , ,

Continua a leggere...

venerdì, agosto 18, 2006

In attesa di un nuovo header... e di un nuovo blogger.

Questo restyling del blog proprio tarda a venire, oggi preso da un attacco di noia quasi pensavo di cambiare software e tutto e migrare verso lidi nuovi, poi ho scoperto che blogger è in procinto/ha lanciato una nuova versione in beta. Quindi ancora per una volta tutto in stallo... cmq sappiate che questo è un blog focalizzato sui contenuti, quindi più che ai fronzoli intanto aggiornamo questi. Per il resto pare ci sarà da attendere che Google inviti anche il sottoscritto a beneficiare delle nuove caratteristiche della beta.

Innanzitutto beh, ci sono le iniziative culturali a cui ho aderito ultimamente e mi accingo a raccontarvene:
- Le nozze di Figaro. Ah, l'opera! sublime! finalmente sono riuscito a guardare uno spettacolo live e il destino ha voluto fosse l'opera di Mozart, quest'anno rappresentata al Preggio Music Festival, lo ammetto, al 4° atto mi sono addormentato, ma aver resistito i primi tre non è mica male. Di rilievo l'aria "non più andrai" di cui già conoscevo il verso "notte e giorno d'intorno girando" che tempo fa diede il nome ad un libro dell'(ex?)On. Vittorio Sgarbi.
- L'isola Polvese. Sono stato in questa amena isola sul Lago Trasimeno, che in effetti consideravo poco più di una pozza d'acqua, invece anche solo prendere il traghetto per raggiungere l'isola è stato una bella esperienza, ricordandomi i tempi i cui lo prendevo colla banda per andare all'isola di Capri a suonare. Per il resto il posticino mi è parso decisamente gradevole.

Aggiornamento filmico-animato: cattivi! cattivi! quelli di youtube! hanno fatto pulizia etnica e rimosso tutti gli anime dai loro archivi! ma a chi facevamo male noi poveri utenti che guardavamo qualche opening e due puntate qui e lì? ciò ridurrà drasticamente la possibilità di guardare nuove otaku-ate, sadness. Ne frattempo ho incominciato a vedere ( ah, i miei film a puntate!) Waking Life (7.5/10) che mi aspettavo strano, ma non così strano! Oo" Oh, Bubbles!

Stamattina in ufficio:
"Buongiorno Umbriaincoming, sono Mario"
"Ah, non è il RadioTaxi?"
"..."


tagz: , , ,

Continua a leggere...

domenica, agosto 13, 2006

Titolo provvisorio.

Bene bene bene, rieccoci qui a parlare del più e del meno. Ad agosto tutta la città si svuota e io me ne sto qui a lavurà, e non è mica bello, eh. Ci eravamo lasciati appunto parlando di lavoro e da lì ripartiamo con qualche altro succoso dettaglio: lavoro in un'agenzia che cura l'incoming turistico in umbria, diciamo pure questa, in un bell'ufficetto con tanto di pc, distributore di caffè della illy e dell'acqua... e pure l'aria condizionata, che se in questi giorni bruttini di agosto non ce n'è tanto bisogno, a luglio mi è stata di grande aiuto. Il mio contratto è di breve durata, ma l'esperienza è molto interessante e spero di poter essere d'aiuto ai miei colleghi e alla mia azienda ( i dettagli non sono finiti qui, i prossimi arriveranno a breve).
Il tempo passa in fretta e con l'autunno arriveranno tante scelte da compiere, si sa gli esami non finiscono mai, però possiamo anche pensarci domani a questo. Parliamo di hobby: ho letto finalmente un libro che mi hanno regalato per la tesi ( grazie Danilo), era un bel po' che non mi avvicinavo ad un libro e la formula dei racconti brevi si è rivelata una buona idea, adesso leggerei volentieri qualcos'altro, Banana Yoshimoto ha tirato fuori un libro nuovo, ma non so se leggerlo/comprarlo, una mezza idea di leggerne uno ce l'ho, credo che farò un salto in biblioteca per vedere se riesco a prenderne in prestito uno ed andare al risparmio.
Fronte anime e film: beh, innanzitutto un'estate un po' sui generis, sono usciti nelle sale Casshern e Innocence, due filmoni giapponesi ( beh, il primo l'ho visto il secondo no) ovviamente penalizzati da una distribuzione penosa, tanto è vero che nel multisala qui vicino che di sala ne ha dodici non hanno trovato uno spazio per darne neanche mezzo, in compenso danno tranquillamente Porky college o repliche di film usciti ad inizio anno e tranquillamente reperibili in dvd. Bah.
Il sottoscritto ha da poco terminato di visionare Eureka 7 e ha visto anche un cospicuo numero di puntate di Blood+, una serie che più che altro mi incuriosisce per via del gioco in uscita per pleistescion 2 per mano dei creatori del diabolico ( e bellissimo) Killer 7.

Buon ferragosto a tutti. Vorrei comprare un costumino nuovo, ma per quale ragione che poi al mare ci vado ogni tre anni e sono bianco come una mozzarella? ah, quanti capricci.

Tag: , , .
E saluti alla mia famiglia che attualmente è in Sicilia. Eh, beati.

Continua a leggere...

domenica, luglio 30, 2006

Sarà il caso di abbandonarlo questo blocco dello scrittore, no? Tra le proprietà dei blog certo non rientra la cadenza mensile dei post, quindi vediamo di metterci una pezza. Come al solito cominciamo dagli eventi più recenti ( si fa per dire) che sono quelli che poi alla fine mi tolgono dal torpore e mi spingono a scrivere.
Tocca quindi dare il benvenuto a Flavia, che da poco più di dieci giorni ha contribuito ad ingrandire la nostra allegra famiglia, purtroppo non ho ancora avuto modo di conoscerla di persona ma la cosa mi riempie di felicità. Spero di poter a breve rifornirvi di ulteriori dettagli, intanto ancora tanti augri di felicità al babbo Mattia e alla mamma Enza!
Per il resto di novità ne ho fin sopra i capelli, e vorrei anche ben vedere a concentrarle tutte in un mese. Cominciamo da dove ci eravamo lasciati, e quindi dalla Laurea, orbene si sa che il mondo del lavoro è una cosa selvaggia, spietata in particolar modo verso noi freschi laureati di Scienze della Comunicazione: tanto ripieni di belle speranze quanto invece ne è privo il mondo esteriore, a tal proposito vi linko anche un dibattito acceso scaturito sul blog di Vittorio Zambardino: Scene digitali che sconsigliava amaramente questa facoltà, occhio che il dibattito ( tra fantomatici ingegneri convinti che noi siamo la merda e studenti frequentatori meno persuasi di ciò) è davvero lungo e la pagina per caricare ci mette un po'.
Insomma, non vi ho ancora comunicato la ricca novità: adesso sono un co.co.pro.! E' incredibile non trovate?! Io ancora non ci credo e qualche volta la notte sogno che mi licenzino per poi svegliarmi quasi in lacrime! Ovviamente ci vorrà qualche post a parte solo per parlare del lavoro, dell'ufficio, delle esperienze finora compiute e tutto il resto.

oddio, technorati ha cambiato tutta la grafica! che faticaccia ritrovare i tag!
eccoveli: , , e, last but not least, ! A presto!

Continua a leggere...

giovedì, giugno 29, 2006

Auguri Paolo.

Beh, che dire, evviva le feste comandate. Oggi è il 29 Giugno e festeggiamo i Ss. Pietro e Paolo, ergo è l'onomastico di mio fratello ed io ho una valida scusa per scrivere questo post. E ciò è bene perché in questi giorni il caldo appiattisce il mio essere e i miei pensieri e non starei a scrivere qui se non avessi una ragione più che valida, ok?

Mi autoconvinco che un blog dev'essere una conversazione globale, un tam tam tribale di quello che accade nel mondo e finisco sempre col parlare dei fatti miei, è una tentazione troppo grossa, me ne scuso con i miei eventuali lettori.
Prima che mi dimentichi: complimenti agli spot mediaset, con fatica hanno finalmente raggiunto il traguardo della più totale disinformazione, uno spot per un referendum che equivale alla faziosità quanto il Mosè del Michelangelo raggiunge gli apici dell'arte. Purtroppo lo spot parlava e il Mosè ancora tace, ma se potesse certo le spenderebbe due parole per vergognarsi di quello che hanno realizzato lì alla società di Cologno Monzese. [ ho provato a cercare il filmato su internet, senza successo, un vero peccato, in molti avrebbero dovuto condividere con me questa magica esperienza] Intanto è andata come è andata quindi questo fattaccio potremmo anche accantonarlo presto e pensare ad altro nei giorni a venire.
Ah, pian pianino sperimenterò le rutilanti funzioni del mio nuovo telefono cellulare, intanto beccatevi Mariagrazia nella nostra solita postazione in biblioteca di veterinaria! Yeah!

tagZ: , ,

Continua a leggere...

venerdì, giugno 23, 2006

Ha firmato in cinese!


Di cose da dire ne ho parecchie, per ora lascio scorrere le emozioni... e intanto provo a postarvi il video della dichiarazione su YouTube! Sperando che non sia contro qualche strana legge e io non debba passare il resto dei miei giorni in galera...

Continua a leggere...

giovedì, giugno 22, 2006

Grazie di cuore!

A tutti quelli che mi hanno fatto gli in bocca al lupo e gli auguri, senza di voi questa giornata sarebbe stata la fotocopia sbiadita di quella che è stata. Aggiornamenti a più tardi : *

Continua a leggere...

domenica, giugno 18, 2006

La pila degli eventi

Tempo di aggiornamenti, facciamo come in una pila di Magic e risolviamo prima gli ultimi effetti, che magari così è anche più semplice.
Ieri sono stato a Roma, bella giornata a parte l'inesorabile caldo, ma immagino che quello non sia colpa di Roma. Sono stato a visitare la mostra su Antonello da Messina, la mostra non era niente male, una buona scorpacciata di Madonne, Cristi alla colonna e Annunciazioni varie. Citazione per il S.Girolamo nello studio che immaginavo grande quanto una parete... e forse non è neanche 30x40. Fa un effetto davvero buffo. Ho anche mangiato un piatto di Yaki Soba da W.o.k.! Poi ho visto S.Pietro, che non avevo mai visitato in tutti questi anni... ed ho anche incontrato Ivan. Ciao Ivan! ( ah, ho anche trovato finalmente un negozio che vende i semi di papavero! tagliolini al limone ormai non potrete più scapparmi!)
Il racconto APM ancora langue, se non lo mando entro il 15 prossimo venturo picchiatemi pure e smettete per ripicca di leggere questo insulso blog. In compenso ho ripreso a guardare la seconda stagione di Lost.
Tra un po' mi laureo, essì, i calendari sono usciti. Se tutto fila giovedì 22 sarò dottore in Scienze della Comunicazione ( mica pizza e fichi) e fanculo la scaramanzia! Mi auguro che ci siano parecchie persone quel giorno a condividere con me l'evento (lieto?) e la mia nuova camicia Dolce e Gabbana, intanto sembra come se tutto sia già passato e io sono già in crisi per come organizzare feste, ricevimenti, per l'affitto dal mese prossimo, per il lavoro... la disperazione me se magna.
per ora ci fermiamo qui, a presto... e non mancate! :D

tags: , , e

Continua a leggere...

giovedì, giugno 08, 2006

Ingannare l'attesa

... ovvero cronaca di una giornata (poco) ordinaria. A che pro svegliarsi presto se si ha il treno alle dieci? un vero mistero della fede, succede che mi ritrovo con un'ora da ingannare, una vera scocciatura: troppo risicato per andare in centro a consegnare le fotocopie della tesi, troppo tempo per aspettare il treno e starmene a braccia conserte. Quindi mi invento questo non-post e vi racconto cosa ho fatto nell'ordine ( ovviamente il protagonista principale è il pc, in quanto mi son piazzato qui).
Le prime due tappe sono state le solite ( escludendo repubblica.it, che ultimamente mi ci mette minuti a caricarsi e questo lo odio): la mailing list del nostro gruppo mediasenzamediatori.org in cui le novità sono state poche, piuttosto c'è stata la conferma delle rogne che sta attraversando la versione internazionale di Google in Cina per costringere all'utilizzo della versione mandarina, piegata ai dettami del governo, poi nextgame.it ma anche nel mondo dei videogiochi novità clamorose non sembrano essercene state. La fortuna non sembra sorridermi.
In preda alla noia mi gioco il tutto per tutto... e faccio un salto su boingboing, mi dico: sai quante grasse risate? Ma anche lì poca roba, mi soffermo a guardare foto di abitanti di un paesino americano scattate a venti anni di differenza e un tipo che promette di scrivere un diario giornaliero della sua alimentazione a base di cibo (croccantini?) per scimmie (link).
Il cazzeggio prende una piega decisamente più interessante coll'appodo su questa pagina, grazie a virtual china: in una BBS cinese vengono pubblicate alcune foto di spuntini tipici, classificati secondo popolarità e pericolosità. Ognuno con le proprie caratteristiche letali: presenza di alluminio, batteri pericolosissimi e quant'altro, tra i miei preferiti gli spiedini barbecue in cui si ipotizza che non siano di agnello ma di gatto selvatico.
Last but not least... c'è sempre youtube! e pensare che me n'ero quasi dimenticato. Ci scriverei un post apposito su quanto possa risultare diabolico e letale questo sito, potrei spendere ore a guardare video musicali, pubblicità insolite e vecchie sigle musicali di cartoni animati. Tra i video di oggi: Michale Jackson in terra Giapponese (link) e uno strano video sul nuovo gioco della serie smash bros melee in versione wrestling (link).
... e intanto l'ora è passata. Per oggi è tutto, anzi fatemi scappare che sennò perdo il treno. Zaijian!

Continua a leggere...

martedì, giugno 06, 2006

Lo stato della MAio-sfera

Tempo di aggiornare il blog, che diamine, anche se non è che abbia molto da scrivere, almeno non nello specifico. Beh, di interessante c'è che scrivo di nuovo da veterinaria, come un po' di tempo fa, la mole di lavoro sembra essere anche diminuita, magari staranno tutti a prepararsi gli esami piuttosto che "perdere tempo" in biblioteca. Oggi mi sa anche che usciamo un'ora prima, col pasticcio che mi ritrovo un'ora in meno sulla tabella di marcia, chissà quando la recupero...
Piuttosto che organizzare un discorso faccio prima ad elencare le novità degne di rilievo in questa otaku-vita ( stamattina ho visto il quinto episodio di top o nerae 2!). Nell'ordine:
- le lezioni di cinese sono finite... i miei giorni trascorrono adesso come una lenta e continua agonia. Dovrei studiarlo un pochino per conto mio per dare l'esame... ma non è divertente per niente!
- la tesi ( o quella cosa chiamata più o meno così) è stata consegnata, il che vuol dire che presto o tardi sarò dottore. Il che vuol dire che sarebbe proficuo mangiare per un po' di tempo Latte e Special'K.
- il concorso dell'APM è stato rinviato! Quindi sono ancora in tempo per produrre un'opera letteraria che aspiri ad avere un valore anche maggiore ( ma pure uguale, va') a zero. Vi tengo informati... e se ripesco il link vi faccio leggere anche quello dell'anno scorso. ( trovati! link alla pagina, link al racconto in formato .pdf)
- Ho un colloquio ( nonchè un mese di vita per trovarmi un lavoro prima che i miei mi rispediscano con forza a casa tra le solite quattro mura), camicia e cravatta sono pronte, fatemi l'in-bocca-al-lupo.
Queste le news in breve, tornando a casa in vena di fronzoli aggiungo due link, due tag e una fotina, almeno mi auguro. Ciaps

Continua a leggere...

sabato, maggio 27, 2006

Un'occasione sprecata

Dal post politico a quello televisivo: anche oggi la trasmissione "che tempo che fa" si dimostra foriera di spunti interessanti di riflessione, questa volta è toccato al magnifico rettore Furio Honsell, che ha chiesto al caro Pippo nazionale come mai ritenesse la televisione la prima istituzione culturale italiana e in che rapporto essa si ponga eventualmente con un'altrettanto importante istituzione culturale italiana: la scuola.
Il Pippo dai riflessi d'acciaio non indugia neanche un minuto, non ritratta: lui ad ammettere che ha detto una stronzata non ci sta. E si spiega: la televisione non si rivolge al un pubblico selettivo, ma all'Italia intera, e se alza il livello culturale questo non è quello di un'elite, ma della nazione intera ed allora si che l'innalzamento è reale e tangibile.
E fin qui ci possiamo anche stare, ma qualcosa non quadra.
Nell'ordine: Striscia la Notizia ( che è il mio bersaglio di spazzatura televisiva preferito, anche se è come sparare sulla croce rossa) lo stesso giorno apre con parole ardenti nei confronti di Blatter, tirando in ballo i mondiali che favoriscono le nazioni ospitanti e in particolare quello recente in Corea e Giappone, a voler difendere il calcio italiano. Una scelta coraggiosa, ma forse di quel coraggioso colluso con la stupidità: il campionato versa in uno scandalo senza eguali e trovate anche il tempo di fare la voce grossa? io proprio non lo capisco.
Ancora sul tema: lo stesso giorno il milionario di Gerry Scotty chi invita? ovviamente i calciatori. Nein! Nein! Non ho parole.
Intanto report domenica confeziona un altro dei suoi fantastici servizi sul tema delle convenzioni universitarie, mai conferma di quanto sia superato il valore legale della laurea fu più chiara. Quando si dice: l'eccezione che fa la regola...

tags: , e

Continua a leggere...

mercoledì, maggio 24, 2006

Il tempo che fa

E' incredibile, anche se tiro un respiro troppo lungo certe volte mi sembra di rubare del tempo. A maggior ragione sarò estremamente breve e condividerò con i miei lettori un pensiero che Michele Serra ha esternato a Fabio Fazio a "che tempo che fa" qualche giorno addietro. L'autore che scrive per la repubblica la rubrica "l'amaca" ha risolto molte delle mie questioni morali che mi facevano tribolare da un po'.
"La furbizia è una virtù dei servi, non dei padroni" riguardo alla felice situazione italiana nella quale credersi furbi è molto in voga e allo stesso tempo lanciando un messaggio positivo, sperando che presto in molti scoprano che credersi furbi non è una cosa che paga. Il commento fa cagare, mi spiace, ma spero di aver reso l'idea. Buona vita a tutti... e speriamo di non dover parlar di politica per un po'.

Continua a leggere...

giovedì, maggio 11, 2006

Cina, ancora.

Mi ero ripromesso di non lasciar passare un mese senza postare, non ci sono riuscito, ho toppato. Nel prossimo post tratterò meglio questo argomento, oggi proprio non ho tempo quindi tanto vale fare un post frivolo. Ieri sera assieme ai ragazzi/e che studiano cinese con me siamo stati a cena con due ragazzi cinesi conosciuti da poco, anche detti Fabio e Sandalo ( se non ricordo male il nome cinese del sig. Fabio è 'hǎibō' che vuol dire onda marina, fico no?), la cena è stata davvero spassosa, i discorsi davvero scurrili ma ciò che più mi ha colpito è stata l'atmosfera che si respirava nel ristorante cinese ( non l'odore di fritto, non pensate subito male!): il luogo comune che voleva i cinesi come chiusi e scontrosi duro a morire anche per me si è incrinato almeno un po', le nostre bieche chiacchiere hanno incuriosito anche il cameriere che più di una volta si è fermato a ridacchiare e a scherzare con noi, alla fine addirittura, a ristorante svuotato si è seduto con noi ed alcuni, in barba ai divieti, si son messi a fumare e gozzovigliare. Ho riso davvero un sacco, durante la cena ho cantato anche "Lǎoshǔ ài dàmǐ", una canzone estremamente popolare in Cina un paio d'anni fa, beccandomi anche gli applausi!
Sempre in tema Cina, vi spedisco volentieri qui, è un sitino semplice semplice che scrive il vostro nome cinese su un'immagine pseudo cinese, per avere un'idea basta guardare qui sopra ( in questo caso con Mǎlìào)... e se nn avete un nome cinese non temete, basta inserire il vostro nome che tosto la paginetta vi regala la versione cinese! fico, no?
Per oggi può bastare, ah, salutate il nuovo header dedicato a Suzumiya Haruhi no Yuutsu, una nuova, folle, serie animata giapponese.

tags: , ,

Continua a leggere...

lunedì, aprile 10, 2006

Tang

Dopo la mostra sulla via della seta di Treviso continua la full immersion nell'oriente rosso, oggi sono andato al museo archeologico di Napoli a visitare la mostra sulla dinastia Tang! ed in più era pure gratis, yuk yuk! C'erano dei re celesti davvero ragguardevoli, un paio in terracotta colorata ed uno in bronzo, in più anche un curioso set di personaggi raffiguranti i dodici segni cinesi. Poi da cosa nasce cosa ed abbiamo girato mezzo museo, compreso una mostra sui reperti di argento nell'area pompeiana...
Poi uscendo dalla mostra ho anche fatto spesa in un simpatico supermercato gestito da cinesi: un pacco di ramen, una bellissima confezione di udon secchi e un giornaletto per ragazzini con delle strisce pseudo-comiche in cinese... e quindi anche pseudo-incomprensibili.
Oggi ho richiesto un duplicato della tessera elettorale, altrimenti non avrei potuto esercitare il mio diritto/dovere di cittadino ( ma voterò domani, oggi non ho avuto tempo). Che anZia!

Voglio segnalarvi che martedì prossimo ( 11 aprile) MTV alle 21 darà in onda la prima puntata dell'anime Full Metal Alchemist, una serie molto bella, in giappone ha spopolato e che io assolutamente vi consiglio di non perdere.

A presto, che oggi abbiamo camminato come ossessi per napoli e sono stanco morto.

tag: , e

Continua a leggere...

sabato, aprile 08, 2006

Code

Basta lamentele, almeno mi auguro. Rileggendo gli ultimi post si direbbe che questo blog ha preso una brutta piega, tutto un mormorio, uno sciabordio su la scena politica italiana, non dovevo pensare all'elefante, ma eccolo qui, che si pianta nel mio blog, in uno spazio solo per me. Per sottrazione riesco a capire finalmente cosa vorrei da questa mia creatura, voglio che diventi un angolo propositivo, creativo, aperto alle possibilità della vita, alle cose provate e da provare, e si, lo ammetto, mi piace un sacco parlare dei fatti miei. Lascio agli altri ben più bravi di me gli elefanti, certo qualche paraculata virulenta tra le perle del giorno la butterò sempre, mica vivo su un'isola deserta.
Questi ultimi giorni sono stati molto stancanti: l'organizzazione della gita è stata davvero ninja... 6 e rotte ore di autobus, poi mostra, poi di nuovo 6 e rotte ore di autobus, ci sarà gente che è morta per meno, una ragazza al ritorno ci è anche andata vicino, temo. La mostra era molto carina, un po' buia, come questi maledetti allestimenti recenti, e con un itinerario un po' contorto, ma credo sia apprezzabile a molti livelli: a me sono piaciute molto le ceramiche... molto quelle della dinastia Tang, quelle colorate... e i mitici soldati dell'esercito di terracotta del primo imperatore Qin, fantastici. Segnalo anche che al ritorno abbiamo visto Il pianista, è stata un'occasione per riscoprire un film che avevo guardato distrattamente e che è realizzato con una qual certa classe, che non è acqua. Un po' è lungo, certo, e ammetto che mi sono anche appisolato, ma solo i titoli di coda hanno un'intensità... un brivido. Ho parlato tanto cinese in questi ultimi due giorni che neanche in due anni di corso, incredibile.
Ho aperto questo blog un po' tardi, ad averlo fatto prima avrei potuto raccontare più da vicino le mie esperienze universitarie e condividerle con altri studenti, questo un po' mi spiace. Comunque segnalo una tra le cose che sinceramente mi ha più infastidito dell'università: le file alla segreteria. Sono sempre state di un fastidio urticante, c'è sempre una marea di gente, e una organizzazione che rasenta l'indecenza. Nella mia personale classifica l'apoteosi poi la raggiunge con il loro telefono: se provi a chiamarli risponde il messaggio che dice che quando le segreterie sono aperte non rispondono al telefono. Ma allora quando? QUANDO? peccato che non lo dicano... Recentemente l'università ha inaugurato il nuovo centro linguistico di ateneo, dopo qualche corso hanno distribuito un questionario per avere feedback in merito alle qualità e alle debolezze dei locali, attrezzature, blabla... e solo oggi mi chiedo: ma perché non l'hanno distribuito prima? perché per cinque anni non mi son potuto lamentare con nessuno di quanto fossero tristi e freddi i luoghi dell'università, della carenza delle sale di lettura, di quanto puzzassero di fumo le aule e i corridoi? questa è un po' l'università: ti chiedono di migliorare una struttura nuova fiammante e piena di (spenti) computer, pulita e tropicalmente calda, e volgono lo sguardo altrove sull'insufficenza delle aule 'storiche' e su l'esagerazione di una burocrazia per lo più nullafacente a fronte di un'attenzione ( customer-care la chiamerebbero in marketing) persino sotto i minimi sindacali.
Le segreterie sono il peggio comunque, forse.
Ah, gioisci popolo, ho avuto un primo barlume d'idea per il mio nuovo racconto, certo con un'idea sola non ci faccio nulla ( è anche un po' scopiazzata, ma si sa, l'ispirazione da qualche parte deve pur arrivare), ma magari queste idee saran come le ciliege...
ah, anche una ragazza del mio corso, Samuela, ha detto che sta provando assieme alla sorella a scrivere un racconto, su, aderite anche voi! ah, ringrazio la fanciulla appena nominata per avermi presto il libro La via della Cina di Renata Pisu ( vedi Reading a fianco): un libro interessante sul destino incrociato di due paesi, Russia e Cina, su questo e molto altro.
Mi scuso per il post forse troppo lungo, l'ha foto l'ho presa dal Guardian, qui.

aggiungiamo due tag, va': , ... altri a venire, cia'.

Continua a leggere...

mercoledì, aprile 05, 2006

Ingiurie, parte seconda.

Come prima più di prima, stesso argomento del post precedente ( starò diventando monotono?). Di nuovo c'è un post in merito all'intervento del premier che ho letto sul blog di Mario Tedeschini Lalli, un omonimo, ha una visuale originale, dato la professione e la missione dell'autore, mi è piaciuto. Insomma, dateci un'occhiata qui.

Il post segnalato, parla anche, oltrepassando un attimo la mera tecnica giornalistica, di "interesse" e "disinteresse". Questi giorni di campagna elettorale sono stati impostati al 99% sul discorso tasse, la domanda ripetuta troppe troppe volte è: "quanti milioni di euro?"
Alla fine la vil pecunia la fa da padrone e vince chi la spara più grossa ( riferita alla riduzione delle tasse), ma davvero tutti qui in Italia stanno a guardare il capello, quanti euro si pagano in più quanti in meno? a quanti milioni di euro deve ammontare un patrimonio per essere tassato in sede si successione? Parlare solo di soldi un po' mi deprime, e mi conferma l'idea che l'Italia un bel momento non lo sta passando, a quanto pare il detto che da soli non fanno la felicità è stato momentaneamente accantonato.
Da questo punto di vista rivaluto la dichiarazione di Prodi su i tanti possibili modi di intedere cosa sia la ricchezza, mi era sembrata un po' troppo filosofica, poco pratica, ma forse non aveva tutti torti.
Ma forse tutto questo è normale a pochi giorni dalle elezioni e io sono paranoico. Vi auguro buonanotte, domani se mi sveglio sarò a Treviso per visitare una mostra, l'idea mi rende un po' euforico, mi auguro di far presto un resoconto.
MAio

tags: , , , e

P.S. Ah, nel caso tu stia leggendo questo post... Tanti auguri, Paolo!

Continua a leggere...

martedì, aprile 04, 2006

Le ingiurie di un primo ministro

Il dibattito di ieri è stato interessante da seguire, dicono che abbia perso un po' di contatti rispetto al primo ma l'averlo commentato in diretta sul nostro gruppo l'ha reso un'esperienza molto divertente! La promessa del premier uscente sull'ICI è stata un bel coup de theatre, furbescamente la sparata più grossa che aveva se l'è tenuta per la fine quando nessuno avrebbe potuto contraddirlo. Segnalo anche l'eccessivo marciare su un dato che Romano Prodi avrebbe fornito riguardante la tassa di successione, da quest'ultimo poi rettificato, rettifica ignorata di sana pianta. Ma se in questo momento Berlusconi è tra i tag più cercati su technorati non è dovuto al dibattito di ieri ma a qualcosa di più recente. Per maggiori informazioni guardate qui, qui e/o qui.
Tra le righe il nostro premier ha dato dei 'coglioni' a tutto l'elettorato del centrosinistra, che, anche nella peggiore delle ipotesi, non sono certamente quattro gatti. Tra la storia dei blog c'è l'episodio in cui la blogosfera americana ponendo sotto l'attenzione alcuni interventi di un senatore ignorati dai media tradizionali ha sollevato un polverone ed è riuscito a mandarlo a casa ( qui per maggiori informazioni), questo post non è null'altro che un minimo contributo alla blogosfera italiana affinchè anche da noi possa succedere qualcosa di simile. In calce due parole dedicate al premier.
"Onorevole presidente, si tenga per sè il suo linguaggio rozzo ma efficace, lo usi a casa sua senza ritegno o discrezione alcuna ma questi improperi e queste calunnie non le rivolga neanche per scherzi di cattivo gusto verso il popolo italiano tutto e/o gran parte di esso, popolo che lei dovrebbe servire e rispettare in quanto nostro dipendente. Grazie"
Magari adesso depenalizzeranno il linguaggio rozzo ma efficace...
Forza blogosfera.


editando il messaggio segnalo anche che Kataweb ha messo online una petizione affinchè il presidente del consiglio chieda scusa agli italiani. Qui intanto la mia firma c'è.
tag:
, , e ,

Continua a leggere...

lunedì, aprile 03, 2006

Dibattiti... ( e felafel)

Non succede nulla per giorni, poi magari alcuni giorni si rivelano particolarmente densi. Questo post raccoglie entrambi i casi: non è che sia stato particolarmente impegnato, diciamo che per pigrizia non ho postato nei giorni scorsi, quindi adesso mi ritrovo con un unico post in cui vorrei dire una dozzina di cose, un vero sfracello.

Un paio di note di colore nella mia vita che possiamo liquidare in fretta:
- sabato sera ho cenato a base di felafel ( lo so, ho barato, li ho cucinati con un preparato), è da quando è uscito fuori un film che li nominava nel titolo che desideravo provarli, tralaltro li abbiamo anche conditi con della salsa tahina appositamente comprata, tra le cose di cui prima ignoravo beatamente l'esistenza e che, per fortuna, un negozio piuttosto fornito del centro aveva.
- domenica invece sono andato a pattinare: una grazia che neanche gli elefanti di fantasia, però è stato molto divertente, spero che diventi un appuntamento regolare, con queste belle giornate poi è un vero piacere.

Oggi sul corriere della sera leggo un articolo che mi sembra abbastanza lusinghiero ( ma forse ho letto male) su Fabio Fazio, apprendo la notizia con gioia in quanto è una trasmissione che mi sembra divertente e ripulita da molti dei soliti cliché della tv generalista, il quotidiano dichiara che quello di Che tempo che fa sembra essere divenuto il salotto 'cult' per la scena politica, a maggior ragione per essere trasmesso in orari non appetibilissimi del sabato e la domenica ( ignoro ancora come mai sia stato tolto di mezzo il venerdì), e su una rete che il nostro premier ritiene una sorta di corazzata messa in piedi contro di lui.
Un paio di segnalazioni dalla scena politica:
l'On. Casini dichiara: "Se non fossimo cristiani saremmo per la pena di morte", sinceramente a me questo baratto della religione ( in cambio di cosa? di un pugno di voti?), per un ipotesi fantasiosa, proprio mi pare che non valga la candela. Non essere cristiani? e perché non dichiarare se fossimo scintoisti o un intero compendio della storia delle religioni? A me, da agnostico, questo discorso pare imbarazzate... poi fate vobis.
Del Debbio continua a fare l'opinionista su canale 5, ma l'opinionista è scorretto, il termine esatto è disinformazione ( assieme a propaganda), poi Pamparana scrive pure al CdS per indignarsi quando dicono che il padrone di mediaset ha scelto solo il peggio, ma lo ha visto quello lì cosa dice? Pamparana, rispondimi, ti prego.

Infine infine, siamo già giunti al secondo confronto per le elezioni del 9 Aprile, gioisci popolo italico! Il professore di nuovi media sta organizzando una sorta di gruppo d'ascolto che commenterà il dibattito in tempo reale sulla rete. Sembra interessante... a presto vi rivelerò gli sviluppi della faccenda... buon ascolto a tutti.

tags ( oggi a manetta): , , , , e , mamma quanti!

Continua a leggere...

martedì, marzo 28, 2006

E' il mio primo giorno!

Salve e buon pomeriggio a tutti! Oggi posso scrivervi ( avendo fortunosamente rintracciato un computer) dalla biblioteca di veterinaria, dove oggi comincia il mio lavoro. Ovviamente sarò un impiegato serio e nei miei turni, il martedì pomeriggio e il giovedì mattina, non batterò la fiacca ma potrò aggiornarvi sulla situazione nei momenti di pausa, tra una consultazione di un manuale di patologia e un prestito di un libro sull'allevamento del bufalo.
Sarà una stupidata, ma questa di conciliare il (mini)lavoro con lo studio e il blog è un'idea che mi rende euforico, speriamo che non mi caccino via a calcioni nel sedere, si sta così tranquilli qui, sarebbe proprio un peccato! Non come a casa dov'è arrivata la nuova killer application, chiamata Elder's scroll IV: Oblivion, qualcosa di così atroce che ieri in casa s'è registrata la presenza di ben due xbox360 e due bravi coinquilini che ci davano dentro un bel po'. Anche io confesso il mio peccato e ammetto di aver creato il mio personaggio, quindi meglio che per un po' non ci metto piede a casa, altrimenti vengo risucchiato dal maledetto pad wireless. Very addictive ( a presto con nuovi aggiornamenti sulla vita di Ramza, il mio personaggio nel mondo di Oblivion, ih ih ih... ). Saluti. :3

più tag per tutti: , e

Continua a leggere...

sabato, marzo 25, 2006

Carne da macello

Sono stanco morto, sarà che dormo poco? Intanto sarà il terzo giorno che mi riprometto di scrivere questo post ( avevo già deciso l'argomento), poi arrivo a tarda sera già con un occhio chiuso e rimando tutto, non va bene così.
Vediamo vediamo che succede, qui c'è il regolamento del concorso APM ( cfr. il post precedente), sono in crisi d'ispirazione e non so cosa scrivere, si accettano suggerimenti, comunque vi invito anche a partecipare, amiSci! Su, date la gioia alle mie povere vecchie ossa d'avere un minimo di sollievo cagionato da un po' di sana narrativa.
Oggi ( ma anche qualche giorno fa) sono andato a Veterinaria, essì, in tutti questi anni ho fisicamente girato tutte le facoltà, non per studiare ma per un bel lavoretto: due giorni alla settimana starò alla biblioteca. Spero che si riveli una bella esperienza, intanto uno dei due suddetti giorni devo trascorlo assieme alla mia valida amica e collega Jessie, male che sopraggiunga la noia posso sempre fare due chiacchiere in cinese.
Sull'argomento topico del giorno ho poche idee e confuse eppure è una cosa che recentemente mi ha causato più di un grattacapo, anche qualche spasmo nervoso, riguarda la carne da macello del titolo: altri non è se non il sottoscritto, e con egli tutti i suoi piccoli colleghi di scienze della comunicazione. Questo è il grottesco scenario che mi sono immaginato facendo 2+2 durante un qualsiasi comizio politico di quelli che si guardano adesso in tv facendo tanto share, puntualmente un politico si erge e fa il drammatico punto della situazione: troppi pochi ingegneri in italia, e troppi laureati in facoltà come scienze della comunicazione. E' devastante, ma non per il pezzo di carta, che ancora non ho ma che sacrificherei volentieri nel water, ma per i gli anni trascorsi, per la devastazione della dignità che io (maliziosamente?) colgo indirizzata verso la mia piccola (numerosa?) sciagurata categoria. Rimpiango, in occasioni come questa, rimpiango amaramente la sceltà dell'università, intrapresa in una momentanea infatuazione per le materie umanistiche e all'età di diciotto anni, una scelta che credevo andasse fatta in base a passioni (anche se momentanee) e interessi personali, ad oggi credo che sia una scelta con la quale si baratta il proprio futuro al miglior offerente, ma al tempo cosa ne sapevo io?

tags, tags, tags: , e

Continua a leggere...

lunedì, marzo 20, 2006

Piove, governo ladro.

Non è meteorologico questo post quanto semmai dedicato ai tempi che corrono, in generale. Molto di quello che mi preme esprimere è reperibile nelle prime pagine dei giornali, il nostro paese è attualmente 'paralizzato' informazionalmente parlando da quel singolare frankesteiniano esperimento che è la legge sulla par condicio ( l.28/2000) una delle più brutte "pezze" ad una delle singolarità dello stato italiano che, francamente, tutti ci saremmo risparmiati. I telegiornali devono mettere mano al cronometro per garantire pari visibilità a tutte le parti in gioco, i programmi non esclusivamente dedicati all'informazione devono "cucirsi la bocca", e, coll'avvicinarsi delle elezioni, di tutto possono parlare tranne che di politica ( anche il mio povero blob), un po' come succede con i le affissioni politiche che vanno ritirati prima delle elezioni, quando si va a votare devono sparire, solo che i manifesti vanno tolti il giorno prima, per la tv invece il periodo finestra è 30 giorni.
L'argomento del giorno, in particolar modo, è l'intervento del nostro premier al convegno di Vicenza di confindustria ( a cui aveva dato forfait causa lombosciatalgia, ma questa è mera aneddotica), io trovo particolarmente grave e irritante qualche sua informazione tipo "
Corrono a sinistra soltanto gli imprenditori che hanno scheletri nell'armadio, tanti scheletri nell'armadio, ed hanno bisogno allora di mettersi sotto la tutela della sinistra che li garantisce da qualunque azione possa essere intentata contro di loro" ( link).
Perché mi spiaccio in particolar modo? perchè aldilà degli schieramenti politici io credo che la grande e profonda vergogna di queste dichiarazioni sia lo gettare profondo discredito su tutta la scena politica: si afferma che in campagna elettorale bisogna "lavorare" sugli indecisi, io trovo che questo teatrino macabro ( da cui, per i motivi sopra esposti, non possiamo neanche ripararci con un po' di satira) invece demoralizzi anche i più decisi. E ancora, mi sorprende macabramente come la coalizione di un uomo, che dopo aver dato dei fessi a quelli che non votano per lui, e che conosce come arma solo la diffamazione, insomma che questi valvassini della democrazia non riescano con la loro buona fantasia neanche a discostarsi da questo folklore "politicicida" ( perdonate il neologismo). Sul caso ci sono ancora alcuni strascichi, in particolar modo pare che il comitato di redazione del TG1 abbia trovato poco obbiettivo il resoconto dell'avventimento. Mah.
Infine, sempre riguardo la comunicazione ( stavolta non politica), mi intristisco nuovamente nell'apprendere stavolta questa notizia: l'IAP ( istituto di autodisciplina pubblicitaria, per i non addetti) avrebbe bloccato la pubblicità sulle patate avente come testimonial il (ex?) pornodivo Rocco Siffredi. Parrebbe essere volgare. Ammetto che, ritenendomi piuttosto "moderno", queste accuse di volgarità un po' mi "rimbalzano" ( e Studio Aperto? mah), ma sebbene non sia competenza dell'IAP mi chiedo davvero cosa sia più volgare tra Rocco che si professa un esperto della patata e le entrare a gamba tesa del premier sulla libertà altrui.

Technorati tag: , e .

Continua a leggere...

venerdì, marzo 17, 2006

Asia(s)mania

Ok, lo ammetto, ieri ho trascorso quasi tutta la giornata ad ascoltare Taiyou no mannaka de ( verso il centro del sole, o qualcosa del genere) dei Bivattchee, i simpaticoni qua a fianco, tale canzone è anche nota per essere la terza sigla di apertura di quell'anime niente male che è Eureka 7 e che in questi giorni sto apprezzando assieme a Mushishi. Giusto in tema di animazione ho visto ieri La sposa cadavere di Tim Burton, e con esso ho completato la tripletta dei film candidati all'oscar per l'animazione nel 2006. Su due piedi trovo addirittura difficile mettere in piedi una graduatoria, sono tre film molto ben congeniati e tutti diversi, per un pelo mi sa che continuo a preferire Il castello errante di Howl del maestro Hayao Miyazaki.
Recente novità di cui sono venuto a conoscenza è che la mia classe di cinese ha intenzione di partire alla scoperta delle vie della seta, o mamma, che invidia! Vorrei andare con loro ma (tesi da scrivere a parte) il costo del viaggio temo non sia esattamente irrisorio. Ho il cuore a pezzi. Mi chiedo se il finanziamento di un cappuccino per un pc sia applicabile anche ai viaggi in Cina... sigh.
Vi farò avere degli aggiornamenti, se riesco a racimolare qualche spicciolo, buona giornata,
MAio

Technorati tags: , , e

Continua a leggere...

mercoledì, marzo 15, 2006

50 e non sentirli

Ciao straniero. Quanto tempo, a ben vedere è un mese, cos'avrò mai fatto un mese intero che m'abbia tenuto lontano da qui proprio non lo so, ma che la vita scorra e scivoli come sabbia tra le mani è cosa a cui mi sono bene o male abituato, quindi meglio abbandonare queste lugubri riflessioni. Un argomento tecnico, piuttosto eh già, sono tornato a Canossa, dopo un breve abbandono sono tornato al mio bel vecchio template confezionato, altri lavoretti mi attendono, devo inserire qualche link, cambiarne altri, questo blog mi sembra diventato come la mia stanza ( e come la mia vita): piena di robaccia agli angoli e io che non so proprio da dove cominciare. Ma alla fine l'importante e che siamo ancora qua, tu e io.
Assenza o meno di modifiche esteriorio il contenuto del blog rimarrà quello di prima: riflessioni a vanvera, film, amenità varie e cazzeggio. Intanto annuncio che qui dalle mie parti ( il sito pare essere down al momento) comincia il concorso dell'APM, Parole in Corsa, si prospetta a breve la stesura di un raccontino, facci un pensierino anche tu, caro lettore, nonostante lo stress che mi mette addoso, mi diverte anche.
Sono tornato oggi in cui alla televisione c'è stato quello che rappresenta il festival di Sanremo della politica: il dibattito tra gli aspiranti nuovi presidenti del consiglio dei ministri qui in Italia, devo ammetterlo, se non ci fosse stato il mega spot della bagarre con Lucia Annunziata me ne sarei strafregato, ma stasera, davanti ad una buona cena, ero incuriosito ed un'occhiata gliel'ho data, di tempo per parlarne immagino ce ne sarà.
Ai prossimi post, allora, intanto mi auguro (minimo) altri 50 di questi post, e se permetti, mio lettore, dedico quanto finora scritto a quell'omino che ha fatto la sua comparsa nel post di oggi, altri non è che mio nonno, che mi ha insegnato che col dado ogni cosa è più buona, anche la pasta e fagioli, e adesso non c'è più.

P.S. tralaltro mi rendo conto solo ora che il primo carattere nella frase cinese soprastante è sbagliato... sono proprio un pollo.

Continua a leggere...

martedì, marzo 07, 2006

Lavori in corso

Post n°49 per questo blog un po' triccheballacche
( sigh, ho riciclato una squallor battuta del peggio della tv, non merito la vostra fiducia!)
Come da titolo, solo che son troppo pigro per fare tutto in una volta, così apporto qualche modifica al dì.
Stay tuned.
MAio

Continua a leggere...

venerdì, marzo 03, 2006

90 giorni

Torniamo a David Sifry, quello di Technorati, stavolta non per inchieste di lavoro o altre amenità scientifiche, quanto per mero interesse personale. Ricordo che nel suo utlimo post sullo stato della blogosfera, tra una ricerca e l'altra, accanto all'incredibile dato che essa s'espande raddoppiando le sue dimensioni ogni 5,5 mesi, che non sono noccioline, si segnala anche ( oltre ad una piccola percentuale di blog-fake) anche la sua rapida mortalità. Mortalità non certo fatale per tutti, rimane uno ( chiamiamolo così) zoccolo duro di bloggers che tre mesi dopo l'apertura continuano imperterriti nella loro attività.

E sono questi tre mesi, per me fatali, l'oggetto del mio post; constato, come chiunque altro potrebbe, che ultimamente i miei post sono calati vertiginosamente, e, esistesse anche solo un unico affezionato lettore, sento il cuore che piange al pensiero che ogni visita che compie in questo mio non più ameno luogo si ritrova sempre le solite fesserie, senza neanche una dose di fesserie nuove.
Ma la realtà è che nello studio di nuove forme espressive mi sono ritrovato in un momento un po' più silenzioso della media, immagino che capiti anche ai logorroici più incalliti. In pratica mi sono arenato come una balena. E, come benissimo il footer ( non so quanto di voi l'avranno notato, ma come l'header è il banner/la dicitura in alto che si presenta all'entrata, il footer è proprio qui in fondo al blog) suggerisce meglio di quanto io possa fare, a voler per forza dire qualcosa non si fa sempre bella figura.
In ogni caso voglio ancora da morire arrivare al post n°50, da cui mi separa veramente un'inezia, similmente voglio continuare a sperimentare nuove amenità per questa singolare, popolare ed estremamente solitaria forma di comunicazione. A tal proposio sto aspettando che Google page creator mi faccia sapere qualcosa, pare che le iscrizioni siano state un po' troppe e così sono in lista d'attesa.
Questo boke è arrivato solo alla sua versione 0.4, un famoso personaggio di Evangelion direbbe che, certo, è comunque un numero maggiore di zero. Mi rallegro di essere arrivato fin qui e vi aspetto nelle prossime rutilanti avventure!
Immagine trafugata qui.

"Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla"
( in gergo da forum si direbbe che è olderrima, per una volta lasciatemela passare)

Continua a leggere...