mercoledì, marzo 05, 2008

Influenze (- 37, cha bu duo)

Doveva succedere, vedevo bacilli aleggiare, librarsi sinuosi nello starnuto di un mio coinquilino o schizzare impazziti nell'aere quando Filippo si soffiava rumorosamente il naso durante la lezione, li ho visti cadere tutti ed ovviamente che fosse solo una questione di tempo lo sapevano tutti tranne me. Durante il weekend a casa un giorno mi alzo col mal di gola e qualche giorno fa a lezione Xin Xin mi lasica su un biglietto un messaggio inequivocabile: Sei la fabbrica del moccio!
Vabbè, alla fine mi sono (mezzo?) ammalato, raffreddore, tosse ed inquietudini intestinali, e comunque alla fine tutto questo sarebbe nulla se non avessi fatto sette ore di lezione, passato la giornata di ieri a scrivere gli appunti per la lezione, pranzo con una coca light, per ritrovarmi a fare lezione ad una ragazza, una. Vabbè, in ogni caso se la prossima volta si presentano più persone riciclerò la lezione di oggi sul magico mondo dei classificatori.

Uff, devo rimettermi in sesto! Domani c'è la festa di compleanno di Xin Xin, e io voglio essere in forma e spazzolare tutte le prelibatezze proto cinesi che la cuoca provetta del nostro gruppo preparerà a quattro mani collo 'special-guest' fidanzato direttamente da Beijing.
L'aria è strana, manca poco e spesso a lezione e qualcuno alzando gli occhi al cielo dice: non vedo l'ora di partire.
ah, oggi è il compleanno di Elisabetta; auguri befanona! e guarda come sono largo di maniche: ti faccio gli auguri davanti a tutta la rete anche se tu mi scrivi solo per vantarti che vai al giapponese a mangiare pesce crudo, tsk.


Chengyu del giorno: visto che più di una volta è andato di moda dire che nella parola cinese crisi (immagino si riferiscano a 危机) vi sono due caratteri uno che significa pericolo e uno che significa occasione, questa cosa è stata più di una volta sputtanata quindi regalo un altro aneddoto suggestivo, non dei migliori, però vabbè, cum grano salis, ok? Contraddizione, 矛盾 máodùn si scrive con i caratteri di lancia e scudo. Lo pseudo chengyu di oggi è quindi: 自相矛盾 zìxiāngmáodùn e vuol dire contraddire sè stessi.
P.S. un altro mio autoritratto... sembro la monaca di monza? d'oh
P.P.S. si, House l'ho guardato, ma perché non c'era niente di meglio, troppo assurde, troppe cretinate e eventi troppo simili a sè stessi puntata dopo puntata, serie dopo serie, sigh.

4 commenti:

Elisabetta ha detto...

Ma pensa te!!! Dopo un anno e più che ti sopporto mentre mi stai appiccicato e mi sgomiti (letteralmente, essendo tu malauguratamente mancino), mi fai degli auguri così ignobili??? è proprio vero che questi giovani d'oggi proprio non conoscono la galanteria! ;) Quindi è del tutto superfluo aggiungere che non mi pento affatto di averti fatto invidia: per una volta i ruoli si invertono... e mi pare il minimo, dopo tutto questo tempo passato a sbavare al cospetto della tua sempre sorprendente (nel senso che non finisci mai di stupirmi con le tue uscite) conoscenza della lingua cinese! :) ...aiuto! mi sto addolcendo sul finale, perciò ti saluto: a domani...anzi a tra poco, dalla mitica Xin Xin! :)

MAio ha detto...

sarebbe davvero un'offesa all'intelligenza e bellezza di questo messaggio commentarlo ora e adesso con qualche bottiglia di vino, 二锅头, e due/tre tequila sulle spalle. Però grazie davvero; nel momento stesso in cui l'ho letto non ho potuto fare a meno di dirlo. questa notte certo avrò sonni più dolci. grazie, ancora, ciao!

Elisabetta ha detto...

Ecco... ti ho mandato a 'fafanc...' praticamente per tutta la mattina, e tu mi scrivi una cosa così carina? ma che dolce... alla fine ce l'hai fatta, a farmi sentire in colpa davvero!!! ;) Il tuo commento molto molto gentile mi ha risollevato il pomeriggio: e pensare che era pure piuttosto evidente che mi stavano girando un bel po' (a quanto pare proprio non sono riuscita a trattenere sbuffamenti vari), se anche il mio boss mi ha detto :"Elisabetta, sei nervosetta?" (nota quanto la rima riesca a rendere ancora più odiosa 'sta frase!); al che io ho risposto, non troppo convinta e con una specie di grugnito: "Beh, sì... ora me la faccio passare!", e al di là di ogni migliore aspettativa, grazie al tuo intervento è andata proprio così!!! :) Quindi, caro il mio 'deus ex machina' della giornata, ti mando un saluto affettuoso, specialmente da parte della mia narice sinistra... e chissà come mai! ;) a domani! :) P.S.: aspetto un resoconto dettagliato sulla favolosa cena a casa della nostra dolcissima amichetta cinese & fiance! :)

Elisabetta ha detto...

Ehm... tutte queste ore di lezione, + il mezzo raffreddore che mi hai gentilmente passato, mi hanno ottenebrato la mente tanto da confondere addirittura la destra con la sinistra!!! sono proprio alla frutta... sciroppata! :)