giovedì, aprile 03, 2008

- 8 'A Madonna.

Oggi ho impacchettato (parte de) le mie cose e sono tornato a casa. Non prima di essere stato ad ordinare il mio nuovo pc. L'EeePc e i suoi possessori l'hanno avuta vinta, alla fine ne ho cercato uno che costasse poco (ho ordinato questo). A me basta che sopra ci sia wenlin, il painter essentials per disegnare e magari openoffice e sono contento. Ho preso questo e vattelapesca, se a pechino farò affari, vincerò la lotteria o la corrida ne prenderò uno fotonico e giocherò a crysis tutto il giorno (solo per ostentare ovviamente dato che a me quel genere di giochi neanche interessa).

E oggi alzavo di nuovo gli occhi al cielo, mentre ero alla stazione e aspettavo l'autobus, mentre stamattina mi recavo al negozio di informatica, appena alzato e avendo mangiato a colazione una fetta di pane colle cipolle (non fa un po' il diavolo veste prada?), guardavo di nuovo al cielo quando leggevo sull'ultimo numero di fruits basket, quando i protagonisti partono per lasciare il resto del cast che c'ha fatto compagnia per 23 numeri, che bisogna salutare col sorriso una persona che parte e ci lascia. E le lacrime hanno ripreso a scendere come le cascate del niagara...
A presto con aggiornamenti da Arola.

2 commenti:

Elisabetta ha detto...

Ah, ma allora fai apposta, vuoi proprio far piangere anche me!!! :) Mentre ti immagino supercoccolato da tutti i tuoi tanti - ...che invidia! - familiari, ti mando un salutino dall'ufficio...ebbene sì, sto ancora lavorando, uff! :( Ma come farai per tutti questi giorni senza di me? ;)

MAio ha detto...

ah, si, sicuramente le "coccole" non mi mancano. Oggi mi sono lasciato scappare che in cina voglio mangiare in ristorante e fare il signore e mia mamma per poco non mi scorticava vivo! (colla sottile ironia di mia madre che comincia elencando le mie mancanze da quando ancora mi aveva nel ventre)
Comunque, beh, colla fine di questo master si chiude un capitolo affatto poco importante della mia vita, lasciare Perugia dopo otto anni... credo veramente che questa settimana sarà all'insegna della lacrima. Però sull'aereo non sarà la nostalgia, ma la paura! Ciao! :D