lunedì, aprile 07, 2008

- 4 'O puorc. Arrivederci, Arola!

Oggi ci sono stati un po' di momenti memorabili. Li serberò con me con affetto. Animato dai migliori propositi mi dico: oggi vado a prendere mia sorella che esce da scuola, così almeno mangiamo a pranzo insieme senza bisogno che arrivi alle tre. Tutti sanno che di buone intenzioni è lastricata la via per l'inferno e infatti neanche a metà strada mi fermo perché avevamo bucato la ruota della vespa. E' dovuto venire il povero babbo, che io non ne ho la minima idea di come si cambi una ruota!
Altri esperimenti di seguito...

Guardandomi allo specchio ho notato una cosa importante da fare prima di andare in Cina! togliermi quegli urendi peli da sopra la schiena. detto fatto ho fatto si che mia sorella provvedesse. Un momento in particolare è stato abbastanza duro, il resto meno, direi che il gioco è valso la candela, ma ancora non ho idea di quando ricresceranno questi maledetti!
Poi mio fratello stasera ci ha portati fuori a mangiare, s'era impegnato in tal senso e non ha voluto rimangiarsi la parola, nonostante la defezione dei miei genitori che presi dai preparativi pratici e mentali per la partenza di domani (salgono con me domani a PG). Abbiamo mangiato un sacco e ho fatto un po' di foto col cellulare che conserverò preziosamente e probabilmente domani metterò su flickr.
Stavolta scrivo accompagnato da una birra che mio padre s'è scolato il fondo di coca cola zero che avevo risparmiato e non posso prepararmi il long island.

2 commenti:

Elisabetta ha detto...

NOOOOOOOOOO!!!!! :( hai tolto il mitico e inimitabile ciuffetto di peli neri neri e lunghi lunghi (più dei capelli, e prima di tagliarli)!!! adesso non hai più il tuo tratto distintivo, sei uno come tutti...ti perdi nella folla come un granello di sabbia nella bianca spiaggia di Es Trenc (ops!scusa, dolci ricordi estivi...)!!! ;) Tua sorella mi è simpatica e le sono solidale anche per il solo fatto di sopportarti, ma ha tutto il mio biasimo per essersi resa complice dell'ignobile misfatto!!! come hai potuto farlo...! (cmq forse è il caso di ricordare al tuo pubblico il pomeriggio in piscina a casa di Sara, quando ho avuto l'onore e la fortuna di contemplare l'ormai povero estinto...) ;) ah!ma ti rendi conto...che mancano solo TRE giorni? non ci posso credere... :)

MAio ha detto...

beh, devi averli un po' idealizzati Elisabetta, non erano poi questo grande affare, ehehe. però grazie comunque per la menzione, adesso che sanno di essere amati ricresceranno certo più vigorosi e lucenti di prima.
quanto ai giorni che mancano, MI-STO-CAGANDO-ADDOSSO. Ma ne parlerò più diffusamente nel post di oggi, check it out!